Menu' Veloce

Natale in Baviera: tradizioni e usanze tipiche

Blog 21 Giu 2019

Il Natale in Baviera ha un suo fascino, e comprende una serie di simboli particolari, tra cui quello per eccellenza di Monaco e di tutta la regione, la corona dell’Avvento. Si tratta della tipica corona di rami d’abete decorata con le quattro candele, che vengono accese una per ogni domenica che precede la nascita di Cristo.

Tradizione, questa, iniziata nel 1839 dal teologo Johann Hinrich Wichern, che per far riflettere la gente sul significato religioso del Natale, decise di appendere, nell’istituto per bambini in difficoltà che gestiva, una corona con 24 candele. Ne veniva accesa una al giorno, fino alla vigilia, e quest’usanza è stata tramandata nel corso dei secoli, fino ad arrivare a noi con la semplice variante del numero di candele (da 24 a 4), ma con lo stesso intento.

Oltre a questo, le usanze legate al Natale in Baviera comprendono anche quattro elementi immancabili nel mese di dicembre, che da sempre fanno parte della storia, della tradizione e della cultura dell’affascinante zona e che, ogni anno, puntualmente, suscitano la curiosità di quei turisti che decidono di trascorrere le feste in Germania.

Il Natale in Baviera

Natale in Baviera: dal Christbaum-Loben alle Klöpfelnächte

Un rito molto sentito è senza dubbio quello del Christbaum-Loben, ovvero la lode all’albero di Natale, simbolo centrale della festa natalizia. L’abete, infatti, iniziò ad essere usato come decorazione durante il 1700, anche se in modo decisamente più sporadico. Gli addobbi erano semplici, e consistevano principalmente in decorazioni di carta, noci e mele. Frutto, questo, scelto non a caso, se si considera che il pino, richiamando il riferimento della Bibbia, rappresenta l’albero della conoscenza, e la mela, così come gli eventuali altri dolci e dolciumi, simboleggia il frutto proibito.

A partire dalla seconda metà del 1800, verso il 1870 circa, l’abete acquisì sempre più importanza, tanto da diventare, come succede oggi, un elemento a cui è impossibile resistere. Di conseguenza, sembra quasi che sia una gara a chi ha l’albero più bello, e sebbene non sia una gara, è entrato a far parte delle usanze tipiche della Baviera il rito della lode all’albero: la gente va di casa in casa (solitamente in quelle dei parenti, degli amici e dei vicini) e con la massima eloquenza elogia il pino, il famoso Tannenbaum conosciuto in tutto il mondo per l’omonima canzone natalizia.

I padroni di casa, per ringraziare delle lodi ricevute, ricambiano offrendo a tutti un bel bicchiere di grappa, quasi a voler far brillare gli occhi degli ospiti come le luci del loro albero.

Il Natale in Baviera- Il Christbaum

Un’altra antica tradizione del Natale in Baviera è quella delle Klöpfelnächte, ovvero delle cosiddette notti delle bussate. Durante i tre giovedì che precedono il 24 dicembre, i bambini si vestono da pastori e bussano per le case degli isolati, un po’ come avviene nei Paesi anglofoni durante la sera di Halloween.

A differenza del “dolcetto o scherzetto”, i piccoli, quando viene loro aperta la porta, invocano una benedizione sulla casa e sull’attività economica (impersonando dei pastori, augurano una buona riuscita del raccolto dell’anno successivo) e, prima di andarsene, intonano alcuni canti natalizi. In cambio ricevono un piccolo dono simbolico che testimonia la bontà d’animo e la gentilezza della famiglia su cui è scesa la benedizione.

Natale in Baviera: gli “spari del Natale”

Nella regione di Berchtesgaden, poi, durante le quattro domeniche di Avvento e la notte del 24, si può assistere agli “spari di Natale”, un’usanza simbolica che richiama l’azione dei contadini e dei braccianti che, secoli fa, cercavano di scacciare la stagione ostile e fredda che comprometteva il loro raccolto. Nell’intento di richiamare l’attenzione di madre natura e di risvegliarla, si servivano di campane, catene e fruste, che venivano suonati a più non posso.

Per riprendere questo rito di buon auspicio, oggi una squadra di circa 1000 tiratori spara con i fucili, facendo un rumore assordante. Appuntamento, questo, pomeridiano durante le domeniche (alle ore 15) e, la sera della vigilia, alle 23.30 esatte. Per un Natale in Baviera davvero suggestivo.

Natale in Baviera: la sera della vigilia

Le usanze tipiche non possono ovviamente non includere la vigilia di Natale, chiamata in tedesco Heiligabend, cioè stomaco grasso. Termine, questo, che deriva da un antico detto popolare secondo il quale coloro che non mangiavano bene durante la sera del 24, come punizione venivano perseguitati dai demoni per tutta la notte.

Per evitare ciò, i tedeschi iniziarono ad imbandire una tavola a dir poco gustosa, che comprendeva, tra gli altri, le salsicce bianche, la carne di maiale, il marzapane e l’insalata di maccheroni. Della serie: “pancia mia fatti capanna”, giusto per restare in tema del Natale in Baviera.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Ultimi post di Krizia Ribotta Giraudo (vedi tutti)

← Serie TV e film a Monaco: le location curiose Visitare Monaco di Baviera con la famiglia →

Lascia un commento

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.