Menu' Veloce

I Lederhosen, l’accessorio must have di un vero bavarese

Blog 14 Ago 2015

L’affascinante moda bavarese fa sì che i turisti scattino in continuazione foto ai costumi tradizionali, vedendoli forse più come vestiti di Carnevale che non abiti veri e propri. Forse per il fatto che sono appariscenti e che, a prima vista, sembrano leggermente scomodi?
Il Tracht, il costume indossato non solo nella zona del bavarese, ma anche in quelle tirolesi e sud tirolesi, si differenzia in quello da uomo e da donna: per i primi, si parla di Lederhosen, ovvero di pantaloni in cuoio, mentre per le seconde, di Dirndl, l’abito con il grembiule. Lo si usa durante i giorni di festa, il sabato e la domenica, i matrimoni e le altre occasioni importanti, nelle birrerie e, ovviamente, alla famosa sfilata inaugurale dell’Oktoberfest.

Lederhosen - Must have

Data la curiosità e la particolarità del capo sia maschile che femminile, in questo articolo tratteremo solo dei Laderhosen, mentre nel prossimo del Dirndl.

Il dress code da uomo della Baviera? I Lederhosen, ovviamente

Nel caso dei Lederhosen, ogni buon bavarese doverne avere due paia: uno corto sopra il ginocchio (il kurze Lederhose) uno più lungo, sotto il ginocchio (il Kniebundlederhose). Esiste poi una terza varieta, quella che arriva alle caviglie (lange Lederhose), ma non è molto utilizzato.

Per capire meglio l’importanza di questo capo, lo si paragona spesso al kilt scozzese, proprio per sottolineare che la sua tradizione è legata ad una storia e non è un semplice abito indossato per esibizionismo. Racchiude in sè parte della cultura locale, come testimoniato dal suo colore: inizialmente era disponibile solo in nero o marrone naturale, ora lo si trova facilmente anche in altre varianti, come il grigio antico, il verde e tutte le varie sfumature di marrone. Colori comunque sempre di una tonalitá naturale.

Diffusosi in Baviera a partire dal XV secolo, questo particolare tipo di pantalone è nato come indumento da lavoro per via della robustezza del materiale con cui è’ confezionato: viene utilizzata la pelle grezza di camoscio, vitello, capra selvatica o cervo. Quest’ultima, essendo molto rara da trovare, viene considerata di una pregiatezza assoluta per via della sua resistenza ed elasticitá ed è molto costosa, quindi sono pochi gli uomini che la indossano.

Solitamente i Lederhosen sono decorati con il Charivari, la catenella che viene applicata nella parte anteriore dove spesso vengono esposti i piccoli trofei di caccia: i bavaresi, grandi cacciatori, si vantano di questa loro qualitá, e non è raro vederli con becchi di uccellli, piume o piccoli corni di cervo. E anche per questo, nella parte destra dei pantaloni c’è una piccola tasca dove solitamente viene tenuto il coltello con il manico di corno di cervo, un oggetto indispensabile a cui ci si è molto affezionati, sempre per motivi di vanto.

Lederhosen - uomini

Nella tasca centrale, nella parte posteriore e nella coscia, inoltre, sono presenti dei bellissimi ricami eseguiti a mano che richiamano sempre elementi legati alla caccia o alla tradizione della famiglia in questione. In particolare, nel caso dei pantaloni sopra al ginocchio, il ricamo viene eseguito con colori sgargianti, come il giallo o il verde, su sfondo nero, come spesso si vede durante le esibizioni dei balli folkloristici, tra cui il celebre Schuhplattler. In questa danza tradizionale, ad esempio, si usano pantaloni di una pelle molto elastica e liscia, in quanto il capo di abbigliamento deve essere molto aderente sia per far sentire meglio il battito della mano sulla pelle che per mostrare la forma della gamba.

I Lederhosen sono sempre accompagnati da tre elementi: le celebri bretelle, la tipica camicia bavaere e le calze.

La pettorina, le Hosenträger, che spesso viene tramandate da generazione in generazione e che quindi puo anche avere 100 anni, o più,  è arricchita da stemmi o della famiglia o della citta di Monaco o dai volti dei personaggi storici locali più importanti, come il re Ludovico II o la principessa Sissi. La camicia, spesso bianca o a quadri, è di cotone grezzo e a volte è ricamata con le iniziali del proprio nome. Le calze, le Socken, infine, sono anch’esse di cotone spesso e di colore bianco, beige o grigio, con diversi ricami.  Vanno portate fino al ginocchio, tranne che durante l’estate, quando è possibile vedere qualcuno che indossa i calzini che coprono solo il polaccio, le Loferln, che vengono abbinate al pantalone corto.

Curioso è prorio vedere come un semplice abito da lavoro sia diventato, con il passare del tempo, un’icona insostituibile.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Ultimi post di Krizia Ribotta Giraudo (vedi tutti)

← Il dress code della donna bavarese? Il Dirndl, il tipico abito con grembiule Il Vademecum dell'Oktoberfest →

I commenti sono disabilitati

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.