Menu' Veloce

Esplorare Monaco di Baviera: come farlo in modo alternativo

Blog 08 Feb 2019

Esplorare Monaco è un’alternativa alla classica visita guidata, e permette di scoprire in modo diverso alcuni aspetti della capitale bavarese.

Esplorare Monaco con i mezzi pubblici

Monaco è una città in cui muoversi è piuttosto facile e comodo, sia a piedi che con i mezzi pubblici. La parte della città che non potete perdere è quella all’interno del Ring – un ‘anello’ di vie che cingono il centro cittadino, ricalcando il perimetro dell’antica cinta muraria. Buona parte dell’area racchiusa nel Ring è zona pedonale. Opuscoli illustrativi e mappe di ogni tipo sono distribuiti gratuitamente presso gli uffici di informazioni turistiche: li trovate all’aeroporto, all’Hauptbahnhof oppure al Rathaus in Marienplatz.

 

Centro storico di Monaco

 

La rete della metropolitana e della S-Bahn (“treno urbano” che raggiunge anche la periferia) di Monaco è un paradigma di efficienza, chiarezza segnaletica e comfort. C’è anche una rete di tram attiva dal mattino presto fino circa alla 1.00.

Sono due le migliori opzioni per servirsi dei mezzi pubblici risparmiando un po’: la Partner Card, valida per un massimo di 5 passeggeri che viaggino insieme, altrimenti un carnet di dieci biglietti che costa 10 euro; quest’ultimo sarà più conveniente se non intendete prendere i mezzi pubblici molto spesso nell’arco di una stessa giornata.

Esplorare Monaco: il lato culturale

Poco prima che infuriasse la prima guerra mondiale, il quartiere di Schwabing era il cuore creativo della scena culturale e artistica di Monaco. La travolgente onda della pittura espressionista, che spazzò via le vecchie regole, portò con sé anche un nuovo linguaggio architettonico e decorativo: nacque lo Jugendstil, lo “stile nuovo” altrove noto come Art Nouveau.

La rottura con gli stili dell’800, che ormai non erano più di una mera ripetizione di forme gotiche o classiche, spinse questi “nuovi” architetti a tingere gli edifici di colori brillanti, ad avvolgere porte e finestre con motivi ornamentali curvi, a inserire decorazioni floreali, forme asimmetriche, fantasiose creazioni in ferro battuto e addirittura visi stilizzati.

Esplorare Monaco: la Leopoldstrasse e le altre vie parallele

A Monaco non potete di certo perdervi la Leopoldstrasse! Le abitazioni che bordano le vie a destra e a sinistra della via costituiscono infatti una sorta di grande museo d’arte all’aperto, e sono state per lo più progettate da architetti famosi appartenenti a tale movimento. C’è da passarci tranquillamente un’intera giornata!

Partite dalla fermata della metro di Giselastrasse e percorrete Martiusstrasse: qui troverete tre lunghi isolati in perfetto Jugendstil, in particolare all’altezza dei numeri 1, 3, 5 e 7. Dalla fine di questa via potete muovervi pressoché in ogni direzione, o esplorare le vie parallele: Trautenwolfstrasse e Ohmstrasse.

Potete attraversare l’affollata Leopoldstrasse e immettervi nella Franz-Joseph-strasse. Al numero 19 c’è una farmacia con meravigliosi pavoni fra le finestre e una cornice ricurva che contorna una porta. L’edificio all’angolo della Friedrichstrasse è ora dipinto in maniera ancora più sgargiante di come molto probabilmente non fosse quando fu costruito.

Proseguite percorrendo Elisabethstrasse, date uno sguardo a sinistra a Isabellastrasse e poi prendete Bauernstrasse sulla destra. Attraversate un parco e vi ritroverete in Ainmillerstrasse; in questa zona vedrete alcuni degli edifici più particolari in questo stile: notevoli soprattutto quello al numero 11 di Romerstrasse e altri al 20 e al 22 di Ainmillerstrasse.

A questo punto potreste aver voglia di bere qualcosa sulla Leopoldstrasse.

Monaco di Baviera

 

Esplorare Monaco: frasi fatte per sopravvivere

Se doveste perdervi per Monaco, ecco alcune frasi chiave con le quali provare:

Scusi, parla italiano?
Entschuldigen Sie, sprechen Sie Italienisch?

Scusi, è questa la strada per il centro storico/l’ufficio del turismo/la stazione/la stazione degli autobus?
Entschuldigung, geht es hier zur Altstadt/zur Stadtmitte/zur Touristeninformation/zum Bahnhof/zum Busbahnhof?

Me lo può mostrare sulla cartina?
Können Sie es mir bitte auf der Karte zeigen?

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Ultimi post di Krizia Ribotta Giraudo (vedi tutti)

← Tutti a Legoland, vicino a Monaco! Le Faber-Castell, le matite prodotte in Baviera →

Lascia un commento

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.