Menu' Veloce

Dove mangiare a Monaco di Baviera

Blog 22 Mag 2015

Monaco di Baviera è una delle città europee che ho imparato a conoscere meglio, viste le mie numerose toccate e fughe in Germania (quasi) ogni volta che posso. E quando i miei amici decidono di organizzare un viaggio, o hanno degli amici che partono, una delle domande che mi chiedono non è cosa visitare, ma dove andare a mangiare.

Sì, esatto, quella faccia strana che avete mentre state leggendo è la stessa che ho io quando su Whatsapp amici-di-amici mi scrivono proprio: “Qualche consiglio su dove mangiare a Monaco di Baviera?”.

Zum Franziskaner

Visto che l’Oktoberfest si sta avvicinando, ho come il (brutto) presentimento che i messaggi aumenteranno sempre di più, quindi ne approfitto per scrivere questo post, considerando anche il fatto che molte altre informazioni possono essere trovate proprio su questo sito.

Dove mangiare a Monaco di Baviera: 3 locali imperdibili (in centro)

1. Cafè Glockenspiel, un brunch superlativo

Avendo vissuto per anni negli Stati Uniti, il brunch per me è rimasto una tradizione, almeno durante il weekend. A Monaco consiglio il Cafè Glockenspiel, che si trova in Marienplatz, nel pieno centro città. Data la sua posizione uno si aspetterebbe di trovare molti turisti, invece è più quasi un luogo di ritrovo per i crucchi, quindi ancor meglio se volete respirare un po’ di tradizione bavarese o fare due chiacchiere sfoderando quel tedesco maccheronico imparato sui banchi di scuola.

Essendo molto affollato, se volete avere il privilegio di avere un tavolo nella saletta con vista sul Municipio Nuovo, il Neues Rathaus, dovete prenotare. In alternativa, anche la vista sulla Chiesa di San Pietro, la Peterskirche, non è male. E potete anche sedervi fuori ora, vista la bella stagione.

Con circa 15€ a testa potete fare una super colazione anche salutare, tralasciando ovviamente il maiale, piatto forte del pranzo vero e proprio o dell’eventuale cena. Va gustato a parte, per assaporarlo per bene.

2. Haxnbauer, il miglior stinco

Siete amanti dello stinco? Ditemi di sì e vi consiglio dove rifugiarvi. Il posto considerato l’Olimpo di Monaco per lo stinco, è lo Haxnbauer, che si trova, senza neanche farlo apposta, vicino alla famosa birreria Hofbräuhaus. Due piccioni con una fava, è il caso di dirlo.

Lo stinco viene servito con la cotenna croccante, e con contorno incluso– consiglio di prendere la classica krautsalad, almeno se è la vostra prima volta in Germania. Ampia scelta per la birra, e ovviamente il prezzo varia in base a quanti boccali uno si tracanna. Con circa 20-25€ a testa potete divorare mezzo stinco, contorno e bere 2-3 birre.

Diamo il via al primo Prosit ufficiale della giornata, per poi continuarlo mentre vi concedete una visita d’obbligo all’Hofbräuhaus. Giusto una toccata e fuga per ammirare il soffitto decorato, le bandiere a scacchi che fanno da base per i lampadari e che, come spiegano i camerieri- sempre molto disponibili con i turisti che consumano almeno una bionda-durante la seconda guerra mondiale avevano la forma di vere e proprie svastiche. Effettivamente, se guardate le bandiere più da vicino, noterete che sono state sistemate per cercare di mascherare l’orrore di quel simbolo che, ancora oggi, ha un significato profondo a Monaco. Considerate che, a esempio, tra i tour offerti dalla città, c’è anche quello dei luoghi del Terzo Reich. E in questo caso, purtroppo, non bastano neanche 5 o 6 birre per dimenticare quelle atrocità.

3. Zum Franziskaner, gli spätzle migliori

Se siete alla ricerca di qualcosa di un po’ più sofisticato, Zum Franziskaner è decisamente il posto ideale per voi. Locale ricavato da un ex monastero francescano, si trova in Residenzstraße, nel cuore delle vie dello shopping. Più che un pub, questo è un vero e proprio ristorante, ed offre un’ampia selezione della famosa birra di frumento, della Löwenbräu e della Spaten.

Qui, consiglio vivamente di assaggiare gli spätzle, i gnocchetti tipici della Germania del Sud, che sono davvero tra i migliori che ho mangiato. Da Zum Franziskaner vengono serviti con le cipolle, con le quali sono cotti, e non spaventatevi se vedete tutta quella colata di formaggio: provateli, non ve ne pentirete, anzi!

Sia la qualità del cibo, che la posizione centrale che il servizio fanno sì che questo posto sia leggermente più caro rispetto agli altri, per cui è normale che un piatto di gnocchi e un boccale di birra arrivi a costare 25€. Soldi ben spesi, perché il mangiare è davvero buono, e non fa rimpiangere la cucina italiana.

Dove mangiare a Monaco di Baviera, quindi? A voi la scelta, e se conoscete altri locali che devono essere assolutamente provati, commentate qui sotto, e sarò ben contenta di provarli la prossima volta. Danke schön! E nel caso voleste partire con noi, QUI trovate tutte le prossime partenze.

Haxnbauer

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.
← Il tris vincente della Baviera: Linderhof, Nymphenburg e Neuschwanstein Oktoberfest con i bambini? "Warum nicht", perché no? →

Lascia un commento

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.