Menu' Veloce

3 birrerie meno conosciute a Monaco

Blog 02 Mag 2017

Amanti della birra ma anche semplici curiosi che vogliono visitare Monaco di Baviera scopriranno che in città ci sono tantissime birrerie più e meno famose. Tutti conoscono la celebre HB o l’antica Augustiner, perciò oggi andremo a scoprire quelle birrerie meno conosciute di Monaco, ma che servono comunque dell’ottima birra bavarese e non. Dunque preparate i boccali e prosit!

Birrerie meno conosciute a Monaco

Birrerie meno conosciute a Monaco: Weisses Bräuhaus

A pochi passi da Marienplatz, all’incrocio tra la Tal e la Maderbräustrasse, si trova la birreria Weisses Bräuhaus. La birreria è specializzata nella produzione di birra di frumento, la Weissbier, mentre per quanto riguarda il mangiare, si può trovare una cucina tipica bavarese.

I locali interni sono tipici delle birrerie monacensi con pareti in legno e tavolate, al piano superiore invece si trovano piccole stanze al posto dei grandi saloni con lunghe tavolate.

In questa birreria servono la birra Schneider Weisse:
Meine Helle Weisse Tap 1: prodotta a partire dal 1994, ha una gradazione alcolica del 5.2% vol e presenta un colore chiaro con un aroma intenso originale della Schneider Weisse.
Mein Kristall Tap 2: prodotta dal 1990, questa birra molto elegante la si beve in occasioni speciali, servita in bicchieri alti tipo flûte. Gradazione alcolica 5.3% vol.
Mein Alkoholfrei Tap 3: dal nome si intuisce che è una birra analcolica, o comunque ha un bassissimo livello di alcohol (meno dello 0.5%).
Mein Festweisse Tap 4: prodotta dal 1916 mantiene ancora la sua ricetta originale. È la birra dell’Oktoberfest ma la si può bere in occasioni di feste, ha una gradazione alcolica del 6.2% vol ed è servita in calici da birra.
Meine Hopfenweisse Tap 5: fa parte della produzione più strong della birreria. 8.2% vol sono i gradi alcolici per questa birra dal sapore amarognolo ma con una nota dolce maltata.
Mein Aventinus Tap 6: rossa Doppelbock prodotta dal 1907 anche lei come la Tap 5 ha una gradazione alcolica dell’8.2% vol.
Mein Original Tap 7: prodotta sin dal 1872 e come si intuisce dal nome, è la birra di frumento originale della produzione che ancora oggi viene prodotta seguendo la ricetta originale di Georg I. Schneider. La birra ha una gradazione alcolica del 5.4% vol.
Marie’s Rendezvous Tap X: dedicata ad Anna-Maria Schneider che dal suo primo incontro con Georg I. Schneider diede il via a ben 6 generazioni di passione per la birra di frumento. È una birra Doppelbock dal colore giallo dorato e con una gradazione alcolica di 10% vol.
Meine Leichte Weisse Tap 11: birra molto leggera, solo il 3.3% vol di alcohol presente in questa ricetta che mantiene l’aroma tipico della birra di frumento. È l’ideale da consumare a pranzo o nel pomeriggio o nei momenti di relax.
Aventinus Eisbock: la più strong della produzione, 12% vol, ha un colore mogano quasi nero.

La birreria Weisses Bräuhaus si trova in Tal 7, a pochi minuti a piedi da Marienplatz e l’Altes Rathaus.

Birrerie meno conosciute a Monaco: Bayerischer Donisl

In pieno centro si trova una tra le antiche birrerie di Monaco, la Bayerischer Donisl, o semplicemente Donisl. Il suo nome deriva dall’oste che fondò la birreria nei primi anni del 1700, Dionysius Haertl.

I locali interni sono decorati con quadri di cui moli sono i ritratti dei proprietari, una grande scala di legno porta al piano superiore dove oltre ai tavoli si trova anche una piccola orchestra che rallegra l’atmosfera della birreria con musiche tradizionali.

Tra le birre che servono si trovano le varie tipologie della Hacker-Pschorr e le Paulaner, mentre per quanto riguarda il mangiare è possibile trovare dell’ottima cucina bavarese.

La birreria si trova in Weinstraße 1, proprio dietro il Neues Rathaus di Marienplatz.

Birrerie meno conosciute a Monaco: Wirtshaus Ayingers

Restando nel centro storico si trova la Wirtshaus Ayingers, una birreria che, a differenza delle altre, offre un’atmosfera più tranquilla. Sono solo 140 i posti a sedere all’interno, mentre se ne contano 80 sulla terrazza. È l’ideale per chi vuole godersi qualche ora di pace e tranquillità dopo ore e ore di cammino intenso alla scoperta della città.

La birra servita porta il nome del birrificio Ayinger, prodotta nell’omonima cittadina a sud-est di Monaco, di cui qui di seguito trovate alcune delle diverse tipologie:
Jahrhundert bier: birra chiara a bassa fermentazione con gradazione alcolica del 5.5% vol. Prodotta per la prima volta nel 1978 in occasione del cent’anni del birrificio (il nome infatti vuol dire 100 anni).
Kellerbier: birra chiara non filtrata a bassa fermentazione con gradazione alcolica 4.9% vol.
Urweisse: una Weizen scura ad alta fermentazione e non filtrata. 5.8% vol la sua gradazione alcolica.
Bairisch Pils: 5% vol sono i gradi alcolici di questa Pils dove il gusto di luppolo è marcato.
Lager Hell: birra dal colore giallo dorato, 4.9% vol. Considerata come la birra di tutti i giorni ed insieme alla birra di frumento (weizen) è tra le più conosciute nel sud della Baviera.
Altbairisch Dunkel: 5% vol, bassa fermentazione, è una birra dal colore mogano con un intenso sapore maltato ed alcune lievi note di caffè e cacao.

La birreria si trova in Platzl 1A tra lussuosi ristoranti, l’Hard Rock Café e l’Hofbräuhaus, la più famosa birreria di Monaco.

Birre bavaresi

 

Birrerie meno conosciute a Monaco: assolutamente da provare!

Queste tre birrerie sono solo alcuni esempi di cosa si può trovare in città, girando e girando si possono incontrare altrettante birrerie che offrono tipiche birre bavaresi accompagnate da tipici piatti locali e un’atmosfera festosa anch’essa tipica della regione. Perciò che aspettate? Correte a scoprire cos’ha in serbo per voi la splendida Monaco di Baviera.

Prosit a tutti!

The following two tabs change content below.

Stefania Bellotto

Ciao sono Stefania, mi piace viaggiare e scoprire posti nuovi, gente nuova, vecchie tradizioni, lingue... Ho l'abitudine di perdermi dentro a un buon libro, una fanfiction, musica, qualunque cosa che mi faccia allontanare dal presente per un po'. La mia vita è un infinito Work in Progress.

Ultimi post di Stefania Bellotto (vedi tutti)

← Shopping a Monaco: dove, come, quando Il Märchenwald, il parco divertimento nell’Isartal →

Lascia un commento

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.