Menu' Veloce

Dopo l’Oktoberfest, è tempo di Auer Dult

Blog 19 Lug 2019

Dopo l’Oktoberfest, Monaco di Baviera, seguendo lo stile de show must go on, saluta la Festa della Birra e prosegue il suo ciclo di appuntamenti con l’Auer Dult, il celebre mercatino delle pulci che quest’anno si terrà dal 19 al 27 ottobre.

Auer Dult: la storia

Organizzato e promosso dall’Ente del Turismo della città bavarese, l’Aeur Dult (il cui nome significa fiera del quartiere) è molto più di un insieme di bancarelle su cui si possono trovare occasioni imperdibili. Si tratta di un mercato ricco di tradizione che, nel corso degli anni è diventato una vera e propria festa popolare in cui, oltre a curiosare, è anche possibile divertirsi, gustare ed assaggiare le prelibatezze culinarie offerte dagli stand dedicati al cibo, alle bevande e all’enogastronomia tedesca.

Auer Dult

La tradizione antica risale al 1310, quando nella Mariahilfplatz, a piazza attorno alla, come suggerisce il nome, chiesa di Mariahilf, venne organizzato il primo mercatino delle pulci. Un appuntamento annuale tanto caro agli abitanti locali che ha assunto sempre più prestigio, tanto da venire triplicato nel corso dell’anno.

Allo storico Jakobidult, che si tiene tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, infatti, si sono poi aggiunti il Maidult, tra fine aprile e inizio maggio, e il Kirchweihdult, che si tiene nella seconda metà di ottobre, e che quest’anno cade appunto tra il 19 e il 27.

Auer Dult: tutti i dettagli

La formula è sempre la stessa, per dare la possibilità a tutti di riuscire a prendere parte all’evento e avere l’occasione di fare degli affari. Qualcosa si trova sempre, anche per i più scettici: la superficie in cui si estendono gli stand è di 20.000 mq, e viene venduta un’ottima soluzione di antiquariato, dalle stoviglie agli abiti di seconda mano, dai prodotti alimentari a quelli dell’artigianato locale, che comprende, tra gli altri, vetri, ceramiche e tessuti.

I cittadini si mescolano con piacere ai turisti e, con tanta pazienza, si armano di forza d’animo e iniziano a spulciare qua e là, fino a quando non trovano cosa cercano. Con calma, visto che hanno tempo dalle 9 alle 19, nel caso dei primi due mercatini, e alle 20 in quello di ottobre.

Anche i più piccoli riescono a divertirsi, grazie alle giostre, ai go-kart e agli spettacoli del famoso burattino Kasperl von der Au. Il martedì poi, è la giornata dedicata ai bambini, per cui a loro vengono effettuati prezzi ridotti. E i genitori, con la scusa di accompagnarli, quasi sempre ne approfittano per concedersi un giro sulla ruota panoramica. Come dar loro torto: la vista dall’alto di Monaco, è davvero suggestiva, specie ora in autunno, con quei colori caldi che richiamano il tepore della famiglia, dello stare insieme e del fuoco del camino.

mercatino dell'usato - Monaco

Per chi non è ancora stato a Monaco, per chi voleva evitare la grande affluenza dell’Oktoberfest o per chi non è riuscito finora a trovare una scusa per concedersi almeno un weekend in città, l’Auer Dult è l’occasione perfetta. E anche per chi ormai sa bene dove si trova la celebre birreria Augustiner, la fiera merita una toccata e fuga prima dell’altro grande evento di novembre e dicembre: i suggestivi mercatini di Natale.

The following two tabs change content below.

Krizia Ribotta Giraudo

Giornalista, blogger e autrice con la passione per il cinema, la lettura e i viaggi. Pubblica articoli dal 2010, da quando ha iniziato a scrivere per giornali e blog italiani e americani, con cui continua a collaborare. Autrice di un libro per il sociale, sta per esordire come travel blogger con il suo primo ebook dedicato interamente a consigli, recensioni e confidenze sui viaggi.

Ultimi post di Krizia Ribotta Giraudo (vedi tutti)

← Obama a Monaco, in tempo per l'Oktoberfest La Strada delle Fiabe: 664 km per sognare con i fratelli Grimm →

Lascia un commento

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.