Menu' Veloce

Storia di Monaco

La storia di Monaco è ricca di avvenimenti che l’hanno trasformata lentamente nella splendida città che è arrivata ai giorni nostri.

Storia di Monaco – Dalla fondazione a fine 1800

storia monaco cartina 1642

Le prime notizie certificate dell’inizio della storia di Monaco di Baviera risalgono al 1158 d. C anno durante il quale la città sorse come fortificazione bellica fondata da Enrico il Leone, duca di Sassonia, per poi tramutarsi mezzo secolo dopo in una forte città consolidata. Dopo la Dieta di Augusta, nel 1255 il ducato bavarese venne separato in due e Monaco divenne la dimora del duca dell’Alta Baviera. Enrico il Leone concesse così a Otto von Wittelsbach il titolo di duca e con i suoi discendenti la dinastia Wittelsbach avrebbe amministrato la Baviera fino al 1918, anno della fine della prima guerra mondiale, per ben 738 anni.

storia monaco Frauenkirche 1839

I Wittelsbach si dimostrarono buoni governanti, inizialmente suddividendo il ducato fra i vari membri della famiglia, poi riunificandolo. Nel 1805 con il Trattato di Pressburg, la Baviera divenne un regno, e il suo duca salì al trono col titolo di Massimiliano I Giuseppe, re di Baviera. Il famoso Ludwig II, suo nipote, fu colui che lasciò i segni più visibili della dinastia: prima di essere dichiarato pazzo ed essere deposto nel 1886, fece costruire i suoi celebri castelli tra cui quello di Neuschwanstein che ha inspirato molte fiabe della Disney, diventandone il logo principale.

Nel 1806 divenne capitale di Baviera e per l’occasione furono costruiti i palazzi del parlamento, dell’Arcidiocesi di Monaco e Frisinga. Vent’anni dopo l’Università della Baviera si insediò nella nuova residenza cittadina.

Storia di Monaco – Dalla Prima Guerra mondiale ai giorni nostri

storia monaco Siegestor 1945

La Baviera venne incorporata alla Repubblica di Weimar nel 1919. Quattro anni dopo Hitler e un manipolo di soldati tentarono il famoso colpo di stato di Monaco. In questa città il nazismo trovò un terreno assai fertile che facilitò l’ascesa del dittatore nel 1933. Durante la seconda guerra mondiale Monaco fu devastata dalle bombe alleate e ridotta a un cumulo di macerie. La storia di Monaco ha qui una delle sue pagine più nere. Dopo il conflitto la Baviera, che a differenza di altre parti della Germania non venne suddivisa in zone di influenza americana e sovietica, conobbe, soprattutto negli anni ’50 e ’60, una rapida ripresa edilizia, economica e industriale.

Nel 1972 Monaco ospitò la XX edizione delle Olimpiadi. Durante quell’occasione si costruiscono l’Olympiapark, il grande centro sportivo, e la prima linea della metropolitana. La città ricorda tristemente l’evento per il massacro di undici atleti israeliani da parte di terroristi palestinesi.
storia monaco 1955
Nel 1992 si inaugura il nuovo aeroporto chiamato Franz Josef Strauss International Airport.

Nel 2008 la città ha celebrato il suo 850° anniversario, che la ricorda ogni anno, con meticolosità singolare. La manifestazione è stata denominata “Costruire ponti”, in onore a Enrico XII detto “il Leone” che fece demolire il ponte sul fiume Isar per costruire un nuovo contatto vicino a Monaco.

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.